Articoli

TAGLIANDO COMPLETO, COSA SI DEVE SAPERE?

Il tagliando è una verifica periodica delle componenti di un’auto o motoveicolo volta a mantenere o ripristinare la massima efficienza meccanica.

Gli interventi e la loro frequenza (calcolata in base al tempo e/o al chilometraggio percorso) variano a seconda dello specifico modello di veicolo e vengono abitualmente elencati nel suo manuale di uso e manutenzione. Molti veicoli costruiti dopo il 2000 sono dotati di sistemi e sensori elettronici in grado di rilevare e segnalare automaticamente la necessità di effettuare un tagliando:

 

I tagliandi interessano principalmente tutti quei componenti o materiali consumabili che per mantenere il corretto funzionamento del veicolo sono soggetti a periodica sostituzione. Gli interventi più comuni durante l’esecuzione di un tagliando sono:

  • sostituzione del filtro olio e dell’olio motore
  • ripristino del livello dei fluidi (refrigerante, liquido freni, detergente lavavetri)
  • sostituzione del filtro aria (importante per il motore) e dell’abitacolo (aria che entra nel abitacolo della macchina e che RESPIRIAMO)
  • sostituzione del filtro carburante per i veicoli a gasolio
  • verifica del funzionamento di tutte le luci, esterne ed interne.
  • controllo della pressione e dell’usura, con eventuale sostituzione, degli pneumatici
  • pulizia o sostituzione delle candele e/o candelette
  • controllo dello stato di usura delle pastiglie e dei dischi freno
  • verifica del corretto funzionamento del condizionatore
  • controllo o sostituzione delle spazzole dei tergicristalli

Effettuare una corretta manutenzione comporta una vita del veicolo più longeva ed una maggiore sicurezza per noi.

Carrozzeria Loro, Briona, lISTA VEICOLI CRITICI Volkswagen

La lista dei veicoli coinvolti nello scandalo Volkswagen

Coinvolti nello scandalo delle emissioni truccate anche diversi propulsori a benzina montati su numerosi modelli

Oltre ai veicoli diesel, lo scandalo VW delle emissioni “truccate” si è esteso anche a 430.000 veicoli a benzina. La casa tedesca ha diramato una lista dei modelli e motori diesel e benzina interessati (Model Year 2016 ), che riportiamo in allegato, in cui figurano, oltre al 1.400 cc TSI 4 cilindri, anche altri propulsori a benzina. Tra questi il 1.0 litri TSI tre cilindri utilizzato per Volkswagen Polo, Seat Ibiza e le Leon berline. Ci sono poi il motore 1.8 litri quattro cilindri TFSI montato su Leon SC coupé e SporTour e il 2.0 litri quattro cilindri TFSI utilizzato sulla Golf e sulla Passat . Il giornale tedesco Bild am Sonntag riporta che molti ingegneri del gruppo hanno ammesso di aver manipolato le emissioni di vari motori: gli obiettivi di riduzione di CO2 fissati sarebbero stati infatti troppo difficili da raggiungere.

Scarica la lista dei veicoli: List of critical CO2 vehicles

Vai all’articolo originale